FAQ

Nell’area FAQ si trova una selezione delle domande frequenti pervenute al Numero Verde o rilevate in occasione di stand informativi sul territorio. La lettura delle risposte può fornire una soluzione rapida ai dubbi che più assiduamente si presentano ai fruitori del servizio di raccolta rifiuti.

………………………………………………………….

Che cos’è un imballaggio?
L’imballaggio è un prodotto, composto di materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere e a proteggere le merci (dalle materie prime ai prodotti finiti), a consentire la loro manipolazione e la loro consegna dal produttore al consumatore o all’utilizzatore, e ad assicurare la loro presentazione.

L’imballaggio per la vendita (imballaggio primario) è concepito in modo da costituire un’unità di vendita per l’utente finale o il consumatore.

L’imballaggio multiplo (imballaggio secondario) è concepito in modo da costituire il raggruppamento di un certo numero di unità di vendita, indipendentemente dal fatto che sia venduto come tale al consumatore, o che serva soltanto a facilitare il rifornimento degli scaffali nel punto vendita. Esso può essere rimosso dal prodotto senza alterarne le caratteristiche.

L’imballaggio per il trasporto (imballaggio terziario) è concepito in modo da facilitare il trasporto di un certo numero di unità di vendita oppure di imballaggi multipli per evitare la loro manipolazione ed i danni connessi al trasporto.

Gli oggetti di plastica (es. giocattoli, bacinelle, palette alzarifiuti) possono essere messi nel contenitore della plastica?
No, perché la raccolta riguarda solo gli imballaggi in plastica, per i quali i produttori pagano un contributo che viene utilizzato per sostenere economicamente le attività di raccolta e recupero.

Dove posso buttare il polistirolo?
I contenitori e i vassoi per alimenti e gli imballi protettivi presenti nelle scatole di acquisto (es. di un lettore dvd) devono essere conferiti nel contenitore degli imballaggi in plastica, avendo cura di ridurre l’ingombro degli imballaggi voluminosi riducendoli a pezzi.

È necessario risciacquare i contenitori di vetro, metallo, plastica e i cartoni per bevande prima di buttarli nei contenitori della raccolta differenziata?
È una questione legata principalmente allo sviluppo di odori molesti che riguarda l’utente, per i giorni che tiene a casa il rifiuto prima del giorno di raccolta, e per gli operatori delle piattaforme di stoccaggio.

L’involucro che avvolge le confezioni di merendine e prodotti da forno (es. crackers) dove deve essere conferito?
Se non è accoppiato con altri materiali deve essere messo nel contenitore degli imballaggi in plastica, così come tutte le pellicole per alimenti. Diversamente, se la pellicola in plastica è accoppiata, ad esempio, ad uno strato di alluminio, deve essere buttata con il rifiuto indifferenziato.

La carta del banco affettati e formaggi può andare nel contenitore della carta?
No, perché è costituita dall’accoppiata carta-plastica e va con il rifiuto indifferenziato.

Perché vetro e lattine sono raccolti insieme?
Raccogliere insieme due tipologie di materiali (in questo caso la raccolta viene definita “multipesante”) permette di ridurre il numero di campane stradali e ottimizzare i costi della raccolta. I materiali vengono poi separati meccanicamente destinando il vetro alle vetrerie e i metalli alle fonderie.

I cocci dei bicchieri o delle caraffe di vetro possono essere buttati con il vetro?
Sì, il Consorzio Nazionale per il Riciclo del Vetro ammette il conferimento di altro vetro che non sia imballaggio. Non sono ammessi, invece, vetri del parabrezza, cristallo, specchi, pirex, vetro opale, vetro retinato o armato, le lampadine a incandescenza.

Che cosa devo differenziare?
Imballaggi in plastica (contenitori o campane azzurri), vetro e lattine (contenitori o campane verdi), carta, cartone e cartoni per bevande (contenitori bianchi o gialli), organico (contenitori marroni), sfalci e potature.
Il residuo, dopo la selezione, deve essere collocato nei contenitori grigi dell’indifferenziato.

Le bombolette spray possono essere messe nel contenitore per il vetro/lattine?
Solo nel caso in cui non siano etichettate T (tossico) e/o F (infiammabile).

Ho un divano vecchio da buttare. Come faccio?
Deve verificare sul sito www.cidiuservizi.to.it, nella sezione dedicata al suo comune (I servizi nel tuo comune), quale metodo è stato adottato. In alcuni comuni è attivo il servizio di ritiro su chiamata telefonando al Numero Verde 800.011651 o inviando la richiesta on–line presente nella sezione “Richiesta online servizi su prenotazione”. Nei comuni dove questo servizio non è attivo, gli ingombranti devono essere portati all’ecocentro.

Cosa si intende quando si parla di cartoni per bevande?
Si tratta dei cartoni che contengono latte, vino, succhi di frutta, panna, ecc. Sono costituiti da tre componenti, carta (75%), polietilene (20%) e alluminio (5%) e per questo motivo vengono definiti “poliaccoppiati”.
Spesso vengono indicati con il nome Tetra Pak, anche se questo in realtà è il nome dell’azienda leader nella produzione di questi contenitori, la cui enorme diffusione ha portato a identificare tale prodotto con il nome dell’azienda che lo produce.
I cartoni per bevande poliaccoppiati sono riciclabili e vengono raccolti insieme alla carta. Nel processo di cartiera vengono separati e quindi riciclati in nuova carta e in nuovo materiale plastico.

Per quale motivo non esiste un contenitore specifico per il servizio di raccolta differenziata dei cartoni per bevande?
Una raccolta dedicata esclusivamente ai cartoni per bevande sarebbe inopportuna dal punto di vista economico.

I cartoni per bevande devono essere sciacquati e schiacciati prima di essere gettati nelle campane della raccolta differenziata?
Sì.

Che cosa sono i RAEE?
RAEE è l’acronimo di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Perché capita che i rifiuti non vengono raccolti?
Escludendo casi di forza maggiore, peraltro rari, per cui gli operatori non hanno potuto effettuare la raccolta, i motivi possono essere i seguenti.
– Esposizione di un rifiuto diverso da quello previsto per quel giorno nel programma di raccolta differenziata
– Esposizione del rifiuto previsto, ma in orari e con modalità diverse da quelle comunicate dal proprio Comune
– Esposizione del rifiuto previsto, ma mescolato con altre tipologie di rifiuto.

Un camion della raccolta ha “ingoiato” un cassonetto. Cosa devo fare?
Può succedere che per anomalie tecniche nella fase di svuotamento, qualche cassonetto finisca all’interno del compattatore.
In questi casi bisogna contattare il Numero Verde.

Posso esporre su strada i cassonetti quando voglio?
No, i cassonetti devono essere esposti su strada solo nei giorni di raccolta e negli orari stabiliti

Cos’è l’ecocentro?
È un’area attrezzata presso la quale i cittadini e, a seconda delle regole comunali, artigiani e commercianti possono conferire i rifiuti urbani e assimilati.
L’ecocentro è il luogo in cui portare rifiuti pericolosi, metalli, oli, elettrodomestici, pneumatici e tutti quei rifiuti che, per dimensioni, non possono entrare nei contenitori (ingombranti).
Nella sezione “I servizi nel tuo comune” del sito www.cidiuservizi.to.it sono indicati giorni e orari di apertura e condizioni di conferimento.

Se mi reco all’ecocentro in orario di chiusura, posso lasciare i materiali all’esterno della recinzione?
No, è importante recarsi all’ecocentro durante gli orari di apertura. Lasciare i rifiuti all’esterno equivale ad abbandonarli, il che è vietato dai regolamenti comunali. Per ripulire le discariche abusive dovute all’abbandono di rifiuti, trattandosi di servizio extra-contratto, i Comuni sono costretti ad affrontare dei costi che, necessariamente, vengono coperti dalla collettività

Il personale dell’ecocentro mi può aiutare nelle operazioni di scarico?
Sì, il personale addetto ha il compito di aiutare l’utente sia sulla corretta collocazione, sia per la movimentazione dei materiali.

Per accedere all’ecocentro occorre esibire un documento di identità e comunicare il numero di targa?
Sì, in questo modo, oltre alla verifica sulla residenza, il personale addetto registra il conferimento dei rifiuti portati nell’area.

Se ho dei dubbi sulla raccolta differenziata, sul servizio o altro, a chi posso rivolgermi?
Telefoni al Numero Verde 800-011651, attivo dal lunedì al giovedì dalle 8,30 alle 16,30 e il venerdì dalle 8,30 alle 15,00

Categorie:

Contatti

Contenuti correlati:

torna all'inizio del contenuto